giovedì 19 maggio 2011

NURBURGRING GRAND PRIX


Nürburgring... a sentire questo nome alcuni si spaventano, alcuni invece non vedono l'ora di trovarsi al suo cospetto.
Nonostante tutti pensano subito ai quasi ventitre km dello storico tracciato stavolta ho pensato di darvi delucidazioni, con fotogrammi, sulla parte dedicata alla Formula 1 (GP/F), cimentandomi in giro di pista al volante di una Ferrari 430 Scuderia, ovviamente con Gran Turismo 5. Che ne dite? Partiamo?

n°2

n°3
n°4
Qui, nella figura n°2 sopra,  ci troviamo sul rettilineo iniziale e dopo una gran accelerazione arriviamo in staccata, in men che non si dica, alla prima curva a destra denominata Castrol S (figura n°3) con una lieve semicurva in entrata.
n°5
Dopo aver affrontato il primo tornatino si entra nella Mercedes-Arena (figura n°4) ovvero la parte mista più lenta del circuito e l'ho affrontata in seconda e terza marcia spesso con qualche traverso in uscita di curva. Una volta passata questa parte tortuosa ci troviamo di fronte ad un allungo dove, arrivando in quarta marcia a tutto gas e scalando in terza marcia ci immettiamo in una curva a sinistra che porta alla Ford Curve (figura n°5), una sorta di tornantino da percorrere in seconda marcia. Dopo questa serie di curve tortuose qui sotto riportate comincia la parte veloce di questo circuito con molti allunghi e bellissime curve. Trovandoci su un medio allungo dopo la Ford Curve arriviamo a tutta velocità a quella che considero la curva più bella del circuito. Non è la solita curvetta, ma si tratta di una curva speciale: la Dunlop Curve. E' un tornante bellissimo, un po' sconnesso specialmente in entrata di curva, ma una volta giunti al suo cospetto è emozionante affrontarla, specialmente in uscita di curva. Ammiratela in tutto il suo splendore qui sotto!


N°6
Da qui in poi, signori miei, comincia la parte più emozionante soprattutto perchè ad attenderci c'è una S veloce. Non si tratta di una S qualunque ma della "Michael Schumacher-S" (figura n°6) una S destra/sinistra ultra voloce dove non si vede il punto d'uscita visto che l'ingresso è in salita. Affrontata questa S posso assicurare che sembrerete dei proiettili in uscita di curva.
Successivamente arrivano, in sequenza, la Kombo-Curve e la Bit-Courve che anticipano il tratto più veloce del circuito composto da una semicurva dove potete scaricare a terra tutta la cavalleria a vostra disposizione (fgura n°7).

N°7

n°8
Arrivando al segnale dei 150 metri in sesta marcia a 300 km/h, scaliamo quattro marce per affrontare quella che è una delle parti più lente della pista ossia la Veedol Chicane (figura n°8) dove i sorpassi non mancano mai. In fine arriviamo a quella che è l'ultima curva di questo circuito: la Coca-Cola Curve (figura n°10) che ci riporta sul rettilineo iniziale. A volte, come nel mio caso, in uscita di curva vado in sovrasterzo. E' più forte di me.

n°10

Spero che questi fotogrammi possano esservi d'aiuto nel comprendere al meglio questo circuito. Detto questo non mi resta che auguravi buona guida e aspettare i Vostri commenti in merito. Un saluto!

TVR002


Nessun commento:

Posta un commento