mercoledì 30 luglio 2014

LOTUS 97T... LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI!


Come si può dimenticare la prima vittoria del grande Ayrton Senna. Gli anni '80 della Formula 1 erano caratterizzati da grandi duelli e da grandi nomi, e non solo! Erano gli anni dove i motori turbo davano il meglio di sè, dove il pilota faceva la differenza e dove la parola "elettronica" non faceva parte del vocabolario di quei mostri sacri.

Ma oltre a tutto questo manca una cosa importantissima da citare: i bolidi di Formula 1. Senza loro tutto lo show creato e mostrato non sarebbe potuto esistere.


Parlare di Ayrton Senna è sempre un piacere, ma è altrettanto bello parlare delle monoposto con cui ha raggiunto il suo successo e la sua fama. La Lotus 97T è stata una macchina molto importante per lui e per tutti gli appassionati della vera Formula 1.


Questa belva creata per la stagione 1985 deriva dalla sorella 96T, e per la prima parte del campionato '85 la vede tra le protagoniste assolute. Al secondo GP in programma in Portogallo ottenne la prima vittoria con Ayrton Senna alla guida, dove inoltre, sotto un acquazzone, conquistò pole position e giro veloce. Fu anche  protagonista al GP di San Marino (Imola) con Andrea De Angelis che si aggiudico il Gran premio e infine sul circuito di Spa Francorchamps (GP Belgio) dove concluse la sua serie di vittorie ancora una volta con Arton Senna.


Il mostro che spingeva questa "Belva" era motore Renault-Turbo V6 EF1 da 1492 cc, il quale raggiungeva nella sessione del sabato pomeriggio i circa 1000 CV con una pressione di sovralimentazione di 4,5 bar, mentre in gara era tenuto più blando dai tecnici con potenze intorno agli 850 CV a 3,6 bar. Il regime di rotazione di questo motore era di 12.500 giri. Che numeri!


Bella, cattiva, e molto potetente questa Lotus 97T conquistò ben 71 punti nel mondiale di Formula 1 del 1985, ottenendo il quarto posto costruttori a pari merito con la Williams.

TVR002






  

 

Nessun commento:

Posta un commento